Pillole di cattiveria

di Pelagio D'Afro

Edizioni Italic Pequod (2013)

Un intero blister di cattiveria. Contaminazioni di generi legate dal filo rosso della crudeltà. Un campionario dai recessi più laidi dell'umanità per raccontare mondi grotteschi e inquietanti, presenti, passati, futuribili, ai confini della realtà eppure terribilmente vicini a noi. Mondi che forse sono già dentro di noi e non ce ne eravamo nemmeno accorti. Dalle sponde dell'Adriatico a Dubai, dalle verdi colline della Vallesina alla natura selvaggia di Johannesburg.

Attenzione: ognuna delle esperienze vissute sotto l'effetto di questa antologia è irripetibile. Inutile fingere di non essere allibiti.

Si consiglia l'abuso.

Questa antologia contiene un racconto di Pelagio D'Afro finalista al Trofeo RiLL 2015 e due racconti di un brandello di Pelagio vincitori del concorso SFIDA (2014, 2015).

"Il miglio del porto" è uno dei racconti finalisti al RiLL 2015, questo uno dei commenti della giuria: "Riferimenti a Lovecraft, alla politica italiana (di oggi e di ieri), e anche un pizzico di ironia. Il risultato è garantito."

"Il morbo delle grotte" e "Il mare ciaccato" di un brandello di Pelagio sono i due racconti vincitori di SFIDA 2013 / 2015, concorso letterario bandito tra i finalisti del RiLL degli anni precedenti.